Home»tecnologia»Web e social»Come scrivere una biografia Instagram che non tema rivali

Come scrivere una biografia Instagram che non tema rivali

Vi è mai capitato di imbattervi in un profilo Instagram ed essere così colpiti dalla biografia dell’autore da decidere di seguirlo all’istante, senza nemmeno dover soffermarvi troppo sul tipo e la qualità delle immagini postate?

A me è successo varie volte e a lungo mi sono domandato come queste persone potessero creare una biografia Instagram così persuasiva sin dal primo impatto visivo. Mi sono quindi preso la briga di riassumere quelli che sono i punti forti necessari da curare per ottenere una biografia capace di attrarre l’attenzione ed elevarsi a un gradino superiore rispetto alla concorrenza!

1. Una foto profilo che colga nel segno

Cominciamo dalla prima casella, quella su cui solitamente ogni occhio va a poggiarsi in automatico: la foto del profilo. Sia che siate un blogger, oppure che rappresentiate un brand o una piccola azienda è consigliabile mettere in mostra il vostro viso piuttosto che un logo. In questo senso non vi è ragione di essere timidi! Questo vale in particolar modo per coloro che intendono aumentare il loro numero di follower.

Giusto un esempio: se lasciate un commento su una foto di qualcuno, quest’ultimo vedrà comparire l’immagine del vostro logo nello spazio di attività recenti. È molto probabile che la visione di un logo venga associata (come spesso succede) a qualche forma di account spazzatura, intento a vendere follower o a fare un interscambio di like.

Abbastanza comprensibile che si venga dunque totalmente ignorati. Se invece a comparire è l’immagine nitida di una persona reale le possibilità di stimolare la curiosità di chi riceve la notifica è decisamente superiore, così come quelle di indurre qualcuno a dare una sbirciata al nostro profilo e (se siamo fortunati) venire seguiti! Immagini di loghi funzionano esclusivamente con quei Brand che sono riconosciuti a livello globale e con cui tutti hanno una perfetta familiarità (colossi come Nike, Starbucks, Levi e molti altri).

2. Essere concisi e andare dritti al punto

Avete a disposizione solo poche righe per attrarre l’attenzione, per far intendere chi siete e di cosa vi occupate con esattezza. Cercate di individuare le 2/3 parole migliori che possano sintetizzare i tratti salienti del vostro brand o della vostra figura e sviluppatele.

Sotto ho portato come esempio la biografia di Amy Porterfield, una delle Social Media Strategist più celebri negli Stati Uniti e che seguo da sempre in modo assiduo. La sua bio è da prendere a modello per la sua abilità di racchiudere in due righe tutto ciò che può offrire e di cui si occupa. Inoltre presentare il tutto in forma di domanda contribuisce ancora di più ad accrescere la curiosità del lettore, ponendosi come la potenziale soluzione ai loro dilemmi!

biografia-instagram-come-creare
Una biografia che vada dritta al punto e sia chiara sin dal primo impatto visivo.

3. Dare l’impressione di essere divertenti

Nessuno chiede di sapere la storia della vostra vita ma nemmeno di apparire come qualcuno il cui unico pensiero è quello di avere in mente lavoro e business in ogni momento della giornata. Quello che vogliamo è che chiunque stia leggendo la nostra biografia possa “sentire” qualcosa e possibilmente dire “Sì, questa è la persona che voglio seguire!”.

Aggiungete dunque un tocco della vostra personalità, sottolineando anche i vostri lati più peculiari o anche bizzarri: siete amanti delle serie Tv? O magari dei viaggiatori incalliti? O, perché no, dipendenti dalla pizza? Sembrano esempi sciocchi ma possono servire a far sorridere (e incuriosire) molte persone. Porto a supporto della mia tesi un’altra mia beniamina, Pam Moore, un’esperta di comunicazione digitale che mi ha catturato con i suoi utilissimi podcast sul mondo del Social Media Marketing: provate a sbirciare la sua bio 🙂

4. Un pizzico di emoji non guasta mai

Faccio ammenda: appartengo alla grande massa di coloro che sono suscettibili al fascino delle emoji! Credo che aiutino a rompere la monotonia di una biografia troppo seriosa e a fornire un senso di inaspettato, in un mondo dove le presentazioni prestampate ed incentrate sulla professionalità abbondano. Talvolta siamo così abituati ad indossare la nostra maschera professionale che ci dimentichiamo di essere divertenti anche negli spazi dove ci è consentito, proprio come la nostra biografia Instagram! Peraltro, secondo la logica per cui un’immagine parla più di mille parole, alle volte è più semplice affidarsi ad una emoji per trasmettere quello che intendiamo. Date un’occhiata al profilo di Elena Schiavon, lifestyle blogger di successo che ha decisamente fatto centro con la sua biografia!

come-usare-emojis-biografia-instagram
L’utilizzo di emoji può rendere una biografia Instagram molto piacevole.

5. Email in evidenza

Includere il proprio indirizzo email nella biografia Instagram può rivelarsi strategico. Non importa quale sia il vostro business, dovete sempre fare in modo che le persone possano raggiungervi in modo veloce e immediato. Altrimenti correrete sempre il rischio di mancare potenziali opportunità! Se qualcuno sarà interessato a collaborare con voi, potrà contattarvi molto più celermente se l’email è bene in evidenza, piuttosto che andare a “frugare” sul vostro sito web e magari dimenticarsi di voi durante la ricerca…

Arrivati alla conclusione, avete ora tutti gli elementi di base per creare una biografia Instagram brillante e che lasci a bocca aperta chiunque la veda. Tempo di trasformarsi in rockstar e abbandonare quella bio un po’ noiosetta e troppo precisina che vi ha accompagnato fino ad ora! Buon divertimento 🙂

Previous post

Aperitivo con gli antichi Romani... a Milano!

Next post

Picasso in Italia

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *