Home»Viaggio»Sì Viaggiare!»Cosa vedere a Expo 2015

Cosa vedere a Expo 2015

Le premesse della visita ad Expo erano quelle di non avere aspettative e di gustarmi ogni momento della giornata, certa che non sarebbe stata sufficiente. Servirebbero almeno due giorni, se non tre, per poter visitare almeno i padiglioni più interessanti. Le lunghe file, purtroppo, tolgono molto tempo al visitatore. Per pure questioni logistiche ho deciso di “boicottare” i padiglioni con più di un’ora di fila, altrimenti avrei rischiato di vederne solo tre o quattro. La mia promessa però è quella di ritornare entro la fine della manifestazione. Prima di arrivare ad Expo bisogna avere le idee ben chiare su cosa vedere e dove andare, segnate sulla cartina i padiglioni da visitare e via dritti verso la meta. Il viaggio inizia!

Israele – Fields of tomorrow

Esternamente il padiglione asseconda i cicli della natura e quindi si trasforma seguendo il ritmo delle stagioni: le piantagioni di riso, grano e mais formano un giardino verticale con un impianto d’ irrigazione all’avanguardia. Una volta entrati nel padiglione si è accompagnati nella storia dell’innovazione israeliana grazie a Moran che, in più riprese, presenta una famiglia testarda, intraprendente e all’avanguardia. Lo sapevate che i pomodori pachino sono stati inventati da israeliani? O che hanno creato l’impianto gocciolatoio, indispensabile per l’agricoltura moderna?

Anche nella creazione del padiglione hanno avuto un occhio di riguardo per l’ambiente: è una struttura sprovvista di fondazione, con al suo posto una pavimentazione raffreddata che grazie ad un sistema d’avanguardia, riduce così il consumo di energia elettrica per rinfrescare l’ambiente.

cosa vedere a expo

http://www.engheben.it/prof/materiali/expo/expo.htm

Giappone – Harmonious diversity

Esternamente il padiglione è composto da listelli in legno, chiaro riferimento al mantenimento delle risorse forestali nazionali e che contribuisce alla produzione alimentare grazie al rilascio nell’acqua di sostanze nutritive.

L’esperienza che si vive nel Giappone è quella di un viaggio dal mondo agricolo alla tavola passando per una distesa di luci che lentamente prendeva forma e si trasformava in un prato fiorito. Uno dei padiglioni più coinvolgenti e da non perdere!

cosa vedere ad expo

http://expo2015.jp/it/about/pavilion/

Italia – Vivaio Italia

Non nego che le aspettative sulla mia nazione sono sempre molto alte, purtroppo.

Il concept iniziale ideato per il padiglione è quello di condurre i germogli verso un percorso di sviluppo e crescita, così come dovrebbero essere guidate le idee dei giovani italiani. Nell’ultimo piano del padiglione c’era un insieme di start up e società che si sono differenziate nel settore dell’innovazione ed hanno avuto l’opportunità di essere in pianta stabile nel padiglione. Un esempio è Orange Fiber, start up siciliana che ha creato un filamento dalle bucce d’arancia, scarti dell’agricoltura locale. Un vero esempio di come l’innovazione può incontrare le esigenze dell’ambiente.

cosa vedere ad expo

I padiglione dove portare i bambini..e non solo!

Dopo lunghe file e tour nei padiglioni un po’ di svago e divertimento è d’obbligo.

 

Schermata 2015-09-24 alle 22.43.12

Padiglione Estonia

Schermata 2015-09-24 alle 22.43.29

 

Padiglione Brasile

Schermata 2015-09-24 alle 22.43.48Padiglione Italia

Previous post

The Italy Style e Digital Laboratory: 100 di questi giorni!

Next post

General Motors ricerca 52 ingegneri da inserire nella sede di Torino

No Comment

Leave a reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *