Home»Viaggio»Sì Viaggiare!»In vacanza nella casa del Commissario Montalbano

In vacanza nella casa del Commissario Montalbano

Ogni volta che sbarcano in tv i nuovi episodi, il Commissario più famoso e amato di Italia fa boom. Un successo che non risparmia neanche la messa in onda delle puntate vecchie. Ci piace vederle e rivederle, perderci nel blu del mare siciliano, annusare virtualmente gli spaghetti alle vongole di Enzo e fare il tifo per lui, Salvo, un uomo in cui è affascinante immedesimarsi per il suo lato umano tanto verace.

È così che ci è venuta l’idea di curiosare nel dietro le quinte e contattare la signora Ivana Micciché. Gestisce da diversi anni la casa del Commissario e organizza anche il tour nei luoghi della fiction (info: www.lacasadimontalbano.com).

La Marinella nel film, nella realtà è un bed & breakfast in provincia di Ragusa, uno spazio amato da turisti e fan della serie per la sua straordinaria posizione sul mare… e non solo.

La terrazza sul mare più famosa d’Italia. Potrebbe riassumerci la storia di questa casa e dirci dove si trova nella realtà?

La casa era in origine un salatore per le sarde appartenente al demanio, da cui il proprietario Di Quattro l’acquistò nel lontano 1904. Si trova in Corso Aldo Moro, 44 a Punta Secca, una piccola frazione balneare appartenente al Comune di Santa Croce Camerina, da cui dista appena 5 chilometri.

Da quanto tempo è un b&b e quali sono le sue peculiarità?

La casa era divenuta famosa per via della fiction Il Commissario Montalbano; a me venne l’idea, di trasformarla in un B&B e proposi ai proprietari la stipula di un contratto di locazione. Dal 2003 è ufficialmente un bed & breakfast da me gestito.
Luca Zingaretti
Luca Zingaretti in una scena della fiction. Foto: Ufficio Stampa Rai

In cosa consiste il Montalbano Tour?

Il tour è nato dall’esigenza dei turisti di toccare le tappe rese famose dalla fiction, che in realtà sono anche le stesse che vengono incluse nei tour culturali della provincia, ossia: Ragusa Ibla, Modica, Scicli, Il Castello di Donnafugata, Ispica, L’antica fornace di Sampieri ecc… Punta Secca, che non rientrava nei circuiti turistici della Sicilia, vede adesso la presenza cospicua di turisti, curiosi di ammirare la famosa terrazza che si affaccia sul mar Mediterraneo, con i suoi spettacolari tramonti.
Il nostro tour può durare mezza giornata oppure una giornata intera con partenza dal B&B per i nostri ospiti o da altre strutture turistiche della zona per tutti gli altri. Durante il tour, all’interno dell’auto viene fatta ascoltare, con voce narrante in italiano e in inglese, la descrizione delle varie location. In ogni località è prevista una sosta di circa 15 min per le foto. Il mio tour operator Discovering Sicily, specializzato proprio nei tour di Sicilia, offre inoltre ai miei ospiti tutte le informazioni turistiche utili per il loro viaggio. Vengono assistiti a 360 gradi, qualora ne sentano la necessità, possono sfruttare la nostra competenza in tutto il territorio siciliano e acquistare i nostri servizi: dai tour guidati alla prenotazione di hotel, alla formulazione di itinerari.

Qual è il vostro ospite tipo, da dove viene? Vi sceglie perché suggestionato dalle storie di Camilleri?

I nostri ospiti, nella maggior parte dei casi, sono fan di Montalbano, sia italiani che stranieri. La fiction è stata venduta in 65 paesi nel mondo; nel Regno Unito ha avuto un tale successo, da annoverare il turista britannico al primo posto nelle presenze turistiche straniere del nostro territorio.

Perché il regista Sironi vi ha scelto come set e com’è il rapporto con il cast e il mitico Luca Zingaretti?

Alberto Sironi, il regista, ha girato l’intera Sicilia e ha scelto la provincia di Ragusa perché ne è rimasto affascinato. Del resto i luoghi di Camilleri a Porto Empedocle, sua città natale, non esistono più; Porto Empedocle è inoltre un porto commerciale. Alla fine il regista ha trovato il nostro territorio unico, perché nel raggio di 25 chilometri racchiude tanti paesi barocchi e tanti meravigliosi scorci da far innamorare chiunque sin dalla prima visita.
Tutto il cast di Montalbano è ormai di casa qui, si è instaurato con tutti loro un rapporto quasi familiare e alla fine delle riprese quasi ogni anno, ci si saluta con un caloroso “arrivederci all’anno prossimo”. Tra l’altro Zingaretti ha scelto il Castello di Donnafugata come location per il suo matrimonio… a testimonianza del profondo legame con questa terra.
Montalbano
Foto: lacasadimontalbano.com

Ci svela qualche curiosità e segreto del dietro le quinte?

La troupe occupa la casa per circa 20 giorni in tutto, periodo durante il quale il B&B naturalmente rimane chiuso, ma prima e dopo girano ancora in tutta la provincia e capita loro di ritornare a Punta Secca per girare gli esterni. I turisti che soggiornano nel B&B prima e dopo, quindi, hanno la fortuna di poter assistere alle riprese restando comodamente affacciati dalla terrazza e di vedere quindi il loro amato Luca, il quale di tanto in tanto alza lo sguardo e sorride loro agli applausi dei fan.

Quali stanze corrispondono agli spazi abitati dal Commissario che vediamo in tv? La disposizione e l’arredamento vengono modificati? Le camere nel film sembrano davvero grandi.

La camera da letto è in realtà il soggiorno della casa, al posto del letto c’è un grande tavolo adibito al servizio colazione. Non sono usate le reali camere, se non per le riprese dalle loro finestre. Vengono usati il grande soggiorno che diventa per metà la camera da letto e per l’altra metà il salotto con la libreria chiara e in mezzo il pianoforte. La camera chiamata Scirocco diventa la sala regia del regista, la cucina diventa il bagno della camera da letto. Poi c’è anche il piano terra, che affitto come casa vacanza, con la meravigliosa cucina in muratura. Nel complesso, vengono utilizzati i due soggiorni, le due terrazze sul mare e le due cucine.

Un cliente che vuole prenotare è avvisato quando il B&B è “occupato” da attori e telecamere?

Certamente tutti gli ospiti vengono avvisati già al momento della prenotazione. Noi proponiamo loro di prenotare comunque, anche se la casa non sarà fruibile, perché in tal caso pur non potendovi pernottare, potranno assistere alle riprese, riproteggendoli in  altre strutture ricettive.
Previous post

ScopriCittà: vivere Torino con i bambini

Next post

Weekend a Parma tra etica e sostenibilità

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *