Home»Cultura»Musica»Le Mille Luci dei Saint Motel

Le Mille Luci dei Saint Motel

C’è un gruppo di musica underground che in questi giorni sta spopolando con il suo secondo singolo e lo ammettono loro stessi, devono tutto a due grandi cantanti italiani.

Il gruppo si chiama Saint Motel e i due italiani sono Raffaella Carrà e Adriano Celentano.

C’era una volta in Italia un programma andato in onda nel 1974 che si chiamava Mille Luci: era un varietà in cui gli ospiti erano davvero d’eccezione. I Saint Motel sono dei ragazzi californiani che hanno studiato insieme in una scuola di cinematografia e grazie a un loro amico regista hanno scoperto il glorioso programma.

Durante l’estate si riuniscono per produrre il loro nuovo album e scrivono la canzone My Tipe dal sound molto anni Sessanta. Al gruppo viene un’idea: sempre su YouTube ritrovano un filmato di Mille Luci in cui Raffaella Carrà e Adriano Celentano cantano e ballano insieme.

Ne viene fuori un nuovo filmato che diventa il video non ufficiale di My Tipe: A/J, il cantante, viene sostituito al Molleggiato con moderne tecniche di montaggio video e come se avesse viaggiato nel tempo,si ritrova a ballare con la Raffa nazionale.

Il video, pubblicato ad agosto, comincia a diventare popolare soprattutto qui in Italia: sia per la perfetta realizzazione del video, sia perchè la canzone è molto orecchiabile.

Se siete tra i pochi a non averlo visto, ecco la Raffa in tutto il suo splendore che balla con A/J.

Dopo due mesi, i My tipe ringraziano i due grandi cantanti pubblicamente: grazie al video non ufficiale, My Tipe è salita in cima alle classifiche dei singoli, è stata scelta come sigla della trasmissione italiana “Quelli che il calcio” e il gruppo è in tour  e suonerà anche in Italia durante queste date:

10/03/2015 – Milano @ Tunnel

12/03/2015 Roma @ Orion

13/03/2015 Nonantola (Modena) @ Vox Club

14/03/2015 Roncade (Treviso) @ New Age Club 

Ma volete vedere il video originale di Mille Luci? Era un balletto di una delle canzoni più conosciute di Adriano Celentano, impreziosito dal balletto di Raffaella Carrà!

A/J, il cantante dei Saint Motel ha definito Adriano il “primo rapper della storia”: chi può dire il contrario ascoltando questo brano?

Previous post

La comunicazione Blackout: il caso Taco Bell

Next post

Umberto eco, ironico semiologo

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *