Home»Aziende e innovazione»Nuove sfide Made in Italy: Banca IFIS e le Botteghe digitali

Nuove sfide Made in Italy: Banca IFIS e le Botteghe digitali

La cultura digitale nel modello d'impresa artigianale italiano

Il progetto Botteghe digitali di Banca IFIS è arrivato fino alla XXI Esposizione Internazionale della Triennale di Milano grazie all’esposizione ‘New craft: l’incontro virtuoso fra saper fare artigiano, innovazione tecnologica e cultura del progetto’ (che sarà aperta fino a settembre).
Siamo arrivati ormai a metà del cammino che i consulenti di Banca IFIS e gli imprenditori coinvolti perseguono con grande determinazione e costanza da mesi e che, appunto è stato chiamato ‘botteghe digitali’. Ma andiamo per gradi e cerchiamo di capire: cosa centra una banca, con una mostra, alcune imprese artigiane d’eccellenza, dei professionisti del digitale e un progetto di digital transformation?

La genesi di Botteghe digitali: un approccio concreto alla digital transformation

L’idea di Banca IFIS, in collaborazione con Stefano Micelli e l’agenzia Marketing Arena è stata quella di selezionare alcune aziende artigiane italiane con grande potenziale e affidare a ciascuna un team di professionisti nei rami di marketing, web e social media, credito, imprenditoria e design, ciascuno capitanato da un coach, in grado di introdurre le innovazioni necessarie alle nuove sfide del mercato globale.

Botteghe Digitali Banca Ifis i coach

La vera rivoluzione che sta dietro al progetto è legata alla capacità di saper introdurre strategie imprenditoriali innovative e strumenti digitali, risorse ormai necessarie in un mercato globale immenso e sempre in evoluzione, lasciando sempre al centro il valore dell’idea artigianale e l’unicità del prodotto Made in Italy.

I protagonisti di Botteghe digitali all’opera

Si tratta di un lavoro di preziosa sinergia, dove ciascuno degli attori, dall’esperto marketing al lavoratore creativo, mette in scena le proprie competenze, condividendole in un confronto leale e costruttivo. Il bello è che le sfide di ognuna delle cinque imprese selezionate possiedono le caratteristiche del singolo brand, dove grande attenzione è prestata alle potenzialità e alle specificità di storia, creatività e obiettivi della singola impresa.

Studio Cassio di Roma, ad esempio, intende promuovere e tramandare l’antica tradizione dell’arte dei mosaici attraverso nuovi strumenti di digitalizzazione e formazione on-line.

Botteghe-digitali5

Mantenere o dare valoe aggiunto all’unicità delle borse in feltro Lefrac (foto cover), rendendole riconoscibili e adatte al mercato più prestigioso a cui Lidia Giuliani non vede l’ora di accedere è la sfida individuata grazie al prezioso contributo del coach Barbara Bonaventura.

Aumentare prestazioni e precisione delle macchine attraverso interventi di ammodernamento è una delle soluzioni individuate dal team della designer Laura Bortoloni per la rinomata Occhialeria Artigiana di Potenza, una realtà che è riuscita a mantenere nel tempo la propria idea di arte senza seguire le mode dettate dai giganti del mercato.

Botteghe Digitali Banca Ifis

Come non parlare di Silvano, maestro sarto e fondatore della Sartoria Concolato, storica azienda di produzione di abiti maschili su misura della città di Padova, che insieme al figlio Marco e grazie ai consigli di Nicola Zago si è di nuovo messo in gioco per seguire l’ultima delle evoluzioni del mercato proiettandosi in un futuro digitale.

Botteghe-digitali 2

Un passo dopo l’altro in azienda grazie al Social Storytelling

Il racconto di questa avventura non poteva che essere supportato dal web e dai social network ecco quindi che sulla social wall in Fare Impresa Futuro, oltre alle novità della mostra New Craft trovi raccolti tutti i contenuti digitali che raccontano del progetto dalla sua genesi.
Se vuoi invece un assaggio diretto di quello che accade all’interno delle aziende dai un’occhiata ai mini video e agli scatti fotografici sulla pagina di Instagram dedicata 0 sul canale Youtube e potrai diventare spettatore dei primi incontri tra specialisti di Banca IFIS e imprenditori, come dei passaggi chiave che hanno portato una svolta al progetto di Botteghe digitali che più ti appassiona. Facebook e Twitter sono i luoghi dove certamente stare al passo con le ultime news, mentre in LinkedIn Pulse i coach Barbara, Laura e Nicola, raccontano gli ultimi sviluppi del progetto che li vede supervisori, aggiungendo così qualche considerazione puntuale e di visione globale sui temi pianificati.

Botteghe digitali: un’operazione unica che porta concretezza nelle imprese per respirare futuro

Quella di Banca IFIS e degli esperti che la affiancano nel progetto è un’operazione unica quanto necessaria nel panorama del Made in Italy, che si differenzia dal resto del mondo in termini di tradizione artigianale, costante ricerca di qualità, insieme alla volontà ancora molto diffusa nelle piccole imprese di mantenere i caratteri artistici e personali in cui continuano ad identificarsi. Oltre ad aver bisogno di istituzioni pronte a difendere la qualità e lo stile italiani, ci si rende conto che ciò che può far la differenza sono inziative concrete, fatte di donne e uomini che cooperanoper il bene comune.

Noi di The Italy seguiamo da vicino questo progetto e vi terremo aggiornati sui prossimi sviluppi. E tu che ne pensi? Ce la faranno i Coach e le imprese a trasformarsi in botteghe digitali?

Previous post

Dall'alba al tramonto sul lago di Como: tra Ossuccio e Brunate

Next post

Oasi di benessere in città

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *