Home»Design»Il Salone del Mobile è quasi alle porte!

Il Salone del Mobile è quasi alle porte!

“Il design è uno stato a sé. E Milano è la sua capitale” più che un claim, una vera e propria dichiarazione che ribadisce il primato del capoluogo lombardo come centro nevralgico del sistema design a livello internazionale. Ma andiamo con ordine.

Giovedì 8 febbraio scorso al Metropol, storica sala cinematografica degli anni ‘40, dove Maria Callas registrò la Norma di Bellini nel 1954, e oggi sede degli eventi moda Dolce & Gabbana, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione del 56º Salone del Mobile: l’evento internazionale più coinvolgente per Milano e uno dei più importanti al mondo per il made in italy.

Sono i numeri a testimoniare questa forza: oltre 300.000 visitatori provenienti da 165 paesi, oltre 200.000 metri quadri di esposizione, circa 2.000 espositori e 650 designer presenti con le loro proposte. Mentre i dati sui primi dieci mesi del 2016 riportano un forte aumento delle esportazioni sia in paesi UE che verso gli altri continenti.

A sottolineare l’importanza di questo settore, quest’anno per la prima volta parteciperà il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella all’inaugurazione. Segnate in agenda: sarà dal 4 al 9 aprile 2017 l’appuntamento con il Salone del Mobile nel quartiere fieristico di Rho Fiera Milano.

Salone del Mobile 2017

Salone del Mobile: tutte le novità del 2017

Si potrebbe dire, tanti saloni in uno. I settori espositivi di quest’anno saranno infatti il Salone del Mobile, insieme al Salone Internazionale del Complemento d’Arredo, con più di 1.300 espositori distribuiti su oltre 150.000 metri quadrati, suddivisi nelle tipologie stilistiche Classico e Design.

Completano la proposta Euroluce, salone dedicato all’illuminazione che quest’anno avrà delle grandi novità tecnologiche e il Salone Internazionale ufficio Workplace 3.0.

Non ultimo, si potrà visitare il SaloneSatellite che quest’anno celebra la 20esima edizione: qui l’accesso è libero e ognuno può apprezzare il lavoro dei numerosi designer emergenti.

salone del mobile_2_dsfordesign
Enrico Bertolino intervista il Presidente di Euroluce. Sullo sfondo il sindaco di Milano, Beppe Sala.

Salone del Mobile: il design tra contemporaneità e futuro

Completa l’offerta, visto il successo della prima edizione dello scorso anno, il nuovo settore xLUX. Si tratta di una tipologia di prodotto già affermata sul mercato americano east e far east, dove le aziende, partendo da arredi classici o di design, si sono indirizzate verso la realizzazione di un prodotto di carattere lineare ma completato con particolari finiture e materiali ricchi, dove è forte la presenza dei maggiori brand di moda.

Avremo poi due eventi nel polo fieristico, uno dal titolo DeLightFuL – Design, Light, Future, Living (padiglione 15), un percorso pensato da Ciarmoli Queda Studio che esplora i nuovi modi di vivere transitori e condivisi tipici dei Millennials. Parte integrante del racconto è il nuovo cortometraggio DELIGHTFUL diretto da Matteo Garrone che ha riletto il design contemporaneo in uno scenario futuribile dove il confine interno/esterno si annulla e l’arredo è il vero protagonista.

L’altro evento A Joyful sense at work (padiglioni 22 e 24) curato da Cristiana Curtona, ha coinvolto quattro studi di progettazione per esplorare un nuovo approccio all’ambiente di lavoro che deve puntare a divenire esperienza di senso e dare emozioni, felicità.

In città il Salone del Mobile presenta altre due iniziative: la prima è un evento in centro collegato direttamente al Salone del Mobile, “space&interiors” superfici, pavimenti, porte e finiture d’interni al The Mall di Porta Nuova nel cuore del Brera Design District, con il tema guida “absolute lightness”.

L’altra iniziativa è una mostra antologica alla Fabbrica del Vapore che racconterà le storie di oggetti e progetti entrati in produzione  per celebrare i 20 anni del Salone Satellite.

Anche quest’anno ci saranno chilometri da fare e giornate infinite… pensare che non abbiamo ancora parlato del Fuorisalone! Abbiamo ancora tempo, gli dedicheremo un articolo ad hoc tra qualche settimana.

Insomma come recita l’altro pay off: “Be the first to see the latest”.

Previous post

Vita da single? Tante idee per festeggiare San Faustino

Next post

Risparmiare e tutelare l'ambiente in ufficio? Ecco come fare

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *