Home»Viaggio»Viaggiare comodi, connessi e sicuri

Viaggiare comodi, connessi e sicuri

La tecnologia è una grande alleata della quotidianità. Se usata bene riesce davvero a semplificare la vita, soprattutto quando si viaggia. Il nuovo anno si è aperto con alcune novità interessanti che mettono insieme praticità d’uso, sicurezza e comodità al servizio del viaggiatore-esploratore. Ne abbiamo selezionate quattro, scopriamole insieme.

Alzi la mano chi non ha mai provato il brivido freddo da smarrimento o furto del proprio bagaglio imbarcato? Noi, purtroppo, quasi sempre. Europ Assistance ha presentato la sua idea in anteprima al Ces, la fiera di elettronica di consumo di Las Vegas. Si tratta di Bag Track, una polizza annuale abbinata a un localizzatore chiamato LugLoc che si serve di un’applicazione dedicata capace di rintracciare il bagaglio in qualsiasi aeroporto del mondo.

Come funziona il servizio? La polizza dura un anno ed è utilizzabile per tutti i viaggi fatti nei 12 mesi dalla sottoscrizione; copre qualsiasi eventualità collegata al bagaglio, sottolinea l’assicurazione. La novità che più ci riguarda è che una volta sottoscritta la polizza, vi arriverà a casa il localizzatore da inserire nel bagaglio per permettere il controllo da smartphone via app. In caso di smarrimento o mancato recapito della valigia, il proprietario potrà controllarne la posizione e contattare la centrale operativa di Europ Assistance denunciando l’accaduto e ricevere l’indennizzo previsto in polizza. Il prodotto sarà in vendita dal 17 gennaio 2017.

Garmin
Un cartografico al polso. Foto: Garmin

Geolocalizzatori al polso per non perdersi mai

Sempre alla fiera Ces di Las Vegas, anche l’azienda Garmin ha presentato la sua proposta dedicata agli appassioni di sport all’aria aperta: i nuovi modelli di orologi da polso fēnix 5, evoluzione della serie di GPS sportwatch multisport.

In particolare Fēnix 5X è il primo modello della serie dotato di cartografia europea precaricata Topo Active e Cycle Map. Al polso avrete numerose funzioni aggiuntive a quelle presenti negli altri modelli. Un esempio?  Road Trip Ride e Road Trip Run, due strumenti che permettono a ciclisti e podisti di avere suggerimenti sui percorsi su cui potersi allenare, dopo aver inserito la distanza che vogliono percorrere; la funzione Around Me segnala all’utente i diversi POI (punti di interesse) su aree geografiche da selezionare dalla pagina mappa o waypoint all’interno di una zona impostata.

I nuovi orologi sono dei veri e propri smartwatch che consentono di gestire e ricevere dal proprio smartphone avvisi di notifiche push, sms, chiamate in arrivo ed e-mail. Tutto a portata di polso e con un occhio di riguardo alla passione sportiva.

Essere sempre connessi all’estero senza costi aggiuntivi

Arriva invece dalla compagnia aerea Air France-Klm in collaborazione con la società di telecomunicazioni Transatel, un’innovazione che piacerà a chi ama sentirsi sempre collegato anche in viaggio, fuori dai confini nazionali. Si chiama Bitebird ed è un router wi-fi portatile 4G che garantisce connessioni all’estero senza costi aggiuntivi. Il piccolo congegno è provvisto di una scheda Sim prepagata ricaricabile e consente di accedere a una connessione personale protetta da password. È utilizzabile in più di 45 paesi alle tariffe locali senza costi in più e consente di collegare contemporaneamente fino a dieci dispositivi tra smartphone, tablet e pc.

cosmoconnected
Foto: Cosmo Connected

Il casco intelligente che avvisa i soccorsi

Sembra arrivare da un lontano futuro Cosmo Connected Helmet. Un dispositivo intelligente che va attaccato sulla parte posteriore del casco del motociclista, qualsiasi modello egli voglia indossare. Cosmo emette una luce rossa come uno stop fisso o intermittente, visibile di giorno e di notte e in ogni condizione meteo, assicurano i produttori. In caso di incidente su strada, grazie a un’app dedicata, il dispositivo allerta i soccorritori in due modi: comunica la geolocalizzazione e i dati sanitari del motociclista. Insomma, un’invenzione utile che sarà disponibile dal mese di marzo di quest’anno.

Cosa ne pensi di questi “aiuti” tecnologici? Hai qualche consiglio da darci o ti va di raccontarci quali sono i dispositivi indispensabili per te quando viaggi e ti sposti per piacere o lavoro?

Previous post

Casa Lago Milano, un modo nuovo di proporre il design

Next post

Hotel e reputazione online: le città italiane più ospitali

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *